SatoshiPay , la startup di micropagamenti attraverso bitcoin, sta sviluppando un nuovo proof-of-concept con l’unità di innovazione tecnica di Visa Europe.

I lavori per il progetto sono stati divulgati all’inizio di quest’anno , quando Visa Europe Collab ha detto che stava esplorando i micropagamenti Bitcoin per i dispositivi collegati in rete. A quel tempo, l’azienda ha indicato che stava guardando i vari casi d’uso, come le lampadine intelligenti (smart light bulb) che potevano pagarsi il proprio consumo di energia elettrica.

Il concetto, secondo il fondatore di SatoshiPay Meinhard Benn, prevede l’integrazione della tecnologia della startup con pagamenti con carta Visa, consentendo micropagamenti automatici dal conto Visa di una persona avente un portafoglio SatoshiPay.

Benn ha detto che il proof-of-concept cerca di “stabilire un metodo più sicuro per acquistare piccole quantità di Bitcoin utilizzando di carte di credito e di debito”.

Ha dichiarato recentemente:

“Durante il PoC (proof-of-concept ), stabiliremo un metodo più sicuro per acquistare piccole quantità di Bitcoin utilizzando carte di credito e di debito. Con un processo per i pagamenti Fiat in luogo, ci saranno anche altri metodi di pagamento locali come addebito diretto o bonifico bancario immediati.”

Benn ha detto che Visa prevede di lavorare con la sua azienda per merglio esplorare come la sua tecnologia possa essere utilizzata per i pagamenti machine-to-machine e dispositivi IoT (internet of things – internet delle cose). Altri piani includono uno studio futuro sull’utente condotto in collaborazione con Visa Europe Collab su micropagamenti per contenuti web.

Il progetto non è una incursione di Visa Europe Collab nel mondo bitcoin. L’anno scorso, l’azienda ha presentato un concetto di applicazione per i pagamenti in rimessa sviluppata in collaborazione con Epiphyte. Visa Europe non è immediatamente disponibile per un commento sulla notizia.