weeklyNel precedente update del 18 Novembre scrissi che mi sarei aspettato un top sul grafico settimanale nella zona di prezzo compresa tra 770 e 910 dollari americani. Questa settimana abbiamo visto un violento movimento di oltre 80 dollari; questi movimenti caratterizzati da una volatilità superiore alla norma possono far variare la zona prevista di prezzo dal mio indicatore. Questo indicatore calcola una regressione sui prezzi passati e proietta linee di resistenza e supporto utilizzando la volatilità media del sottostante utilizzato, se c’è una variazione improvvisa e violenta della volatilità l’indicatore proverà ad adattarsi a questa nuova informazione che entra andando a cambiare i livelli di prezzo delle linee di deviazione calcolate dalla linea centrale che rappresenta la regressione del nostro sottostante.

Se questo cambiamento di volatilità non è drammatico le linee di resistenza e supporto calcolate resteranno abbastanza stabili, oggi alla luce di questa barra rialzista la nuova area di resistenza dove potrebbe verificarsi il prossimo top è compresa tra 820 e 970 dollari.

Per chi è ansioso di prendere profitto o di andare al ribasso consiglio caldamente di aspettare e vedere dove si formerà la prossima zona di congestione sul grafico giornaliero.