xbtusd grafico giornaliero

xbtusd grafico giornaliero

XBT/USD range di prezzo settimanale 4800$-6200$ | La zona di resistenza va da 6200 a 7600 dollari ed è definita dalla 1a e 2a linea di deviazione sopra la VWAP a 2 mesi.

La scorsa settimana avevo ipotizzato una correzione giù nella zona di supporto compresa tra 6500$ e 5400$, così è stato con un minimo intorno a 5500$. Sinceramente mi aspettavo una minore pressione ribassista tuttavia è parecchio tempo che il cross XBTUSD non ritorna in zone più vicine alla VWAP di medio periodo.

Penso che la correzione non sia ancora finita, molto probabilmente è ora di testare la VWAP a 2 mesi che ora passa a 4800$. Ritengo sia molto difficile raggiungere i 3300 dollari ossia la prima deviazione negativa, questo non avviene da molti mesi e un tale calo potrebbe anche favorire il flippening in favore del bitcoin cash, un evento che potrebbe spaventare la community del bitcoin. Personalmente possiedo ancora una parte dei bitcoin cash splittati dal fork di Agosto; per ora non li vendo per diversificare un minimo il mio investimento in criptovalute.

L’oscillatore RSI suggerirebbe un ribasso ma è da vedere se riesce a portarsi in pianta stabile sotto il valore centrale di 50, anche qui vale lo stesso discorso fatto per la vwap a 2 mesi, è molto tempo che l’oscillatore non va in ipervenduto quindi non mi stupirei di vederlo in quella zona durante la settimana.

Nel caso di un evento catastrofico inatteso l’area di supporto sul grafico settimanale si aggiorna a 3100-3700 Dollari Statunitensi.

Molti penseranno che l’evento catastrofico inatteso sia stato l’attacco al bitcoin da parte di alcune forze del mercato, in quest’ottica mi permetto di dissentire perchè siamo molto lontani dal supporto calcolato con 6-7.5 deviazioni standard. Quello che stiamo vedendo sono le normali forze del mercato al lavoro tra di loro, il più forte vincerà cosi come nel business alla fine rimane sempre e solo un vincitore dopo una lotta solitamente animale senza sconti.