Category: Notizie (Page 2 of 5)

Background Command Line

Un difetto di Ethereum sfruttato per l’attacco a DAO

Ethereum stesso sembra essere viziato secondo gli ultimi sviluppi sull’hack che ha colpito DAO. Philip Daian, ricercatore presso la Cornell University per Crytocurrencies & Contratti ha appena presentato le sue ultime scoperte sull’hack, concludendo:

Darei almeno il 50% della colpa per questo exploit a chi ha progettato il linguaggio di programmazione “Solidity”, questo potrebbe spingere a fare delle correzioni allo stesso.

Mi rifiuto di dare la colpa esclusivamente su un contratto mal codificato quando il contratto, anche se codificato utilizzando le migliori pratiche e seguendo esattamente la documentazione, sarebbe rimasto vulnerabile agli attacchi.

In una pubblicazione altamente tecnica dove vengono spiegate in dettaglio le gesta che l’hacker può aver usato, Daian ha dichiarato:

Questo non è stato in realtà un difetto o un exploit nel contratto DAO stesso: tecnicamente l’EVM operava come previsto, ma il linguaggio Solidity stava introducendo delle falle di sicurezza in contratti che non sono stati mancati solamente da parte della comunità di sviluppatori ma mancati anche dai progettisti del linguaggioe questo è gravissimo.

Questi ultimi risultati sono suscettibili di avere un impatto significativo sul dibattito del Fork che è attualmente in corso nella comunità Ethereum con il ricercatore che suggerisce in un Tweet: “il caso di un Fork della blockchain ethereum diventa più chiaro e più simile alle precedenti Fork del BTC”, come il difetto nel linguaggio “Solidity” è stato recentemente scoperto.

Una Fork difficile, di conseguenza, sarà necessario correggere il bug in Solidity. Attualmente, un softfork di emergenza è già stato implementato in quattro giorni. Tuttavia, non è chiaro se i minatori stanno aggiornando con Admin di Dwarfpool e affermano che ancora non hanno capito bene l’incidente con Dao e tutti i suoi risvolti.

Questi ultimi risultati stanno sollevando dubbi sulla sicurezza del protocollo per gli “smart contract” di Ethereum stesso considerando che l’approccio completo di Turing può essere sicuro considerando tutti i potenzialmente  parametri che non possono essere completamente noti e approfonditi, resta un alone di dubbio sulla sua sicurezza.

Vitalik Buterin ha recentemente pubblicato un aggiornamento sulla sicurezza dgli smart contract senza indicare che Ethereum stessa può essere vulnerabile. Questi ultimi risultati, tuttavia, stanno facendo riflettere sull’efficacia degli smart contract data la loro grande complessità intrinseca che lascia spazio a molte potenziali vulnerabilità software.

I Caraibi vedono un Nuovo portafoglio Bitcoin il Caricoin

Lo startup bitcoin “Caricoin” ha annunciato il lancio di un’applicazione portafoglio Bitcoin che la prima piattaforma mobile “money social” dei Caraibi.

La società inglese Caricoin Ltd ha rilasciato un portafoglio Bitcoin come soluzione mobile per invio-ricevimento di denari per gli utenti dei Caraibi. L’applicazione e la tecnologia è stata sviluppata in seguito ad una collaborazione con la californiana BitGo società di sicurezza bitcoin, uno sviluppatore iniziale del portafoglio multi-firma bitcoin.

caricoin interface

Caricoin Interfaccia App Mobile

L’applicazione mette insieme elementi di una piattaforma di messaggistica sociale e il bitcoin. L’applicazione consente agli utenti di acquisire un portafoglio bitcoin subito dopo aver scaricato l’applicazione. L’utente dovrà semplicemente collegare il proprio numero di cellulare per l’applicazione senza linee guida KYC (know-your-customer), consentendo in tal modo agli utenti di inviare o ricevere bitcoin in pochi secondi.

Secondo Findex ammonta a quasi il 50% l’ammontare della popolazione dei Caraibi che non ha un conto, i famosi “unbanked”. Anche se questo numero è in declino ogni anno, il portafoglio bitcoin potrebbe portare dei benefici.

L’obiettivo a lungo termine, sostiene Caricoin, è quello di contribuire a permettere l’accesso al mondo finanziaro per gli unbanked e chiunque attraverso i Caraibi e voglia utilizzare una moneta diversa con il Bitcoin come scelta più ovvia.

In una dichiarazione tramite un comunicato stampa , il CEO Caricoin Karsten Becker ha dichiarato:

La posta elettronica ha cambiato il mondo, rendendo la comunicazione veloce ed economico, bitcoin sta cambiando il mondo della finanza digitale e rimodellando il modo in cui percepiamo, gestiamo e memorizziamo i nostri soldi.

Inoltre, il portafoglio Caricoin fornirà anche agli utenti il vantaggio di ricaricare i loro telefoni cellulari con minuti di conversazione extra, una caratteristica che diventerà sicuramente popolare nella regione in via di sviluppo in cui è favorita la connettività mobile prepagata.

Rimesse a costo zero, tramite Bitcoin e Caricoin

In particolare, Caricoin sta lavorando verso lo sviluppo di una soluzione di rimessa a zero costo che dovrebbe essere inclusa all’interno dell’applicazione. Quando viene attivata, i membri della comunità caraibica possono inviare denaro a casa, senza dover incorrere in una tassa. Attualmente, si stima che le spese di rimessa da sola nella regione dei Caraibi a oltre $ 800 milioni di dollari, come rivelato da un rapporto della Banca Mondiale.

La caratteristica vedrà gli utenti acquistare Bitcoin dal portafoglio Caricoin prima di inviare la criptovaluta al destinatario. gli utenti del portafoglio Caricoin saranno inoltre in grado di pagare le bollette con i fondi trasferiti o incassarle a livello locale nei Caraibi.

Sono a rischio i minatori bitcoin quando la ricompensa per blocco si dimezzerà nel mese di luglio?

Al centro del Bitcoin c’è un processo noto come l’estrazione o mining per l’aggiunta delle registrazioni delle transazioni al registro pubblico Bitcoin. Il registro è costituito da blocchi di operazioni collegate in una catena nota come la conquista tecnologica ampiamente propagandata col nome di “Blockchain”.

I singoli blocchi devono contenere una prova lavoro per essere considerati validi, Bitcoin usa la funzione di hash SHA256 come funzione di prova del lavoro. Questo processo è intenzionalmente progettato per essere difficile e ad alta intensità di risorse, il protocollo prevede un premio per incentivare i minatori che producono questi blocchi. Il premio è anche un modo per distribuire inizialmente le monete in circolazione dal momento che non vi è alcuna autorità centrale incaricata del compito.

La ricompensa del blocco attualmente integra le spese di transazione , pagate a discrezione dell’utente. Mentre sempre più utenti inviano le transazioni Bitcoin e i blocchi sono pieni, le operazioni con le”fee” più alte saranno incluse prima. Questo garantisce una transazione veloce per gli utenti disposti a pagare di più ed è progettato per poi finanziare l’intero processo di data mining. Tuttavia, le spese di transazione sono attualmente in media meno di mezzo bitcoin per blocco a fronte dell’attuale premio di 25.

Mentre il premio attualmente integra i fee, la quantità di Bitcoin premiati è progettata per ridursi nel tempo, dimezzandosi ogni 210 mila blocchi. Con meno di 5000 blocchi rimanenti fino al prossimo dimezzamento previsto il 10 luglio di quest’anno, il premio è pronto a scendere dai 25 bitcoin per blocco a 12.5

“Anche se i minatori Bitcoin riceveranno meno Bitcoin per ogni blocco estratto, secondo la teoria Bitcoin, la diminuita inflazione del Bitcoin produrrà un aumento dei prezzi nel corso del tempo.”

La Fondazione Bitcoin

Mentre l’evento e la meccanica che la determinano sono ben documentati e compresi, le potenziali ramificazioni sono oggetto di accesi dibattiti. Ciò che la comunità di minatori Bitcoin farà in risposta all’evento è attualmente impossibile prevederlo.

Una semplice aritmetica sembrerebbe indicare che i minatori con attrezzature minerarie meno efficienti possono essere costretti a cessare le loro operazioni. Le grandi società di mining hanno spesso diverse località, con centinaia o migliaia di ‘piattaforme’ di mining ciascuna. A parte i costi di installazione iniziali, la principale spesa in corso è l’elettricità.

Chandler Guo, fondatore di Bitbank teme che la ricompensa ridotta può portare a un minor numero di minatori. “Quando arriva il dimezzamento i costi dell’energia elettrica sono gli stesss, quindi deve chiudere”, ha spiegato Guo.

Il problema che Guo sottolinea è del Bitcoin tasso di difficoltà . Per compensare l’aumento della velocità dell’hardware il numero della difficoltà per la prova di lavoro è determinata da una media mobile, una media di sei blocchi all’ora. Se i blocchi vengono generati troppo velocemente la difficoltà aumenta, e viceversa. Questo riequilibrio si verifica ogni 2016 blocchi, circa ogni due settimane, e ha l’effetto di garantire che i minatori producano il giusto numero di blocchi. Secondo Guo, questo ritardo nell’aggiustarsi della difficolta potrebbe anche avere effetti più spaventosi in una condizione di dimezzamento.

Durante un’intervista Guo ha fatto l’affermazione audace che la blockchain potrebbe chiudere;

“Quando la difficoltà non cambia, ma la potenza di hashing si arresta immediatamente, non ci sarà alcun blocco successivo. Se, dopo il dimezzamento, il prezzo non sale, ma i prezzi vanno giù, ci saranno problemi. Significa nessun blocco successivo, niente blockchain, tutto la blockchain si spegnerà immediatamente “

Mentre Guo mette in evidenza uno scenario peggiore per questo sistema finanziario alternativo alle prime armi, si mettono in luce anche i sistemi di risparmio: il valore del bitcoin sul mercato aperto. I Minatori pagano le bollette in moneta a corso forzoso o fiat.

Subito dopo il dimezzamento del 2012, ci fu un mese o giù di lì di movimento dei prezzi verso il basso, e poi il 2013 è diventato uno degli anni più rialzisti ed emozionanti della storia del Bitcoin. Quindi la domanda diventa se il dimezzamento del blocco del 2012  è stato una delle cause di tale tendenza al rialzo. Molti ritengono che non lo è stata; il prezzo del mercato riflette l’evento con largo anticipo. 

“Una cosa è certa però: al momento di dimezzare, la riduzione dell’offerta sarà già fissata nel prezzo del tasso di cambio, grazie alla previsione del mercato” Quindi non aspettatevi un grande movimento di prezzo dall’ “Halving Day “

Un sondaggio della comunità ha dimostrato che molte più persone credevano che il valore del bitcoin sarebbe aumentato dopo il dimezzamento, ma non sembravano considerare che il mercato aveva già scontato l’evento in anticipo. Il dibattito e la discussione teorica continuano ancora oggi.

Altro che la precedente riduzione della ricompensa per blocco la cosa più vicina che abbiamo a un altro dimezzamento è accaduto sulla blockchain litecoin, lo scorso agosto. Un rally speculativo selvaggio ha fatto andare il prezzo da 2 $ a più di 8 $ prima di schiantarsi di nuovo a 3 $ due mesi prima dell’evento.

Il prezzo del Bitcoin è quasi raddoppiato nel corso degli ultimi sei mesi

Grafico andamento bitcoin dollaro

Grafico settimanale bitcoin dollaro

Mentre la comunità di investitori bitcoin può solo speculare su quello che sarà il prezzo uan volta arrivati al blocco 420 mila, la tendenza è certamente diretta al rialzo con Bitcoin che si avvicina a 600 $.

Se il prezzo al dimezzamento sarà di $ 600, i minatori saranno ancora in guadagno cosi come facevano quando il bitcoin era $ 300 – un prezzo che la criptovaluta ha mantenuto per gran parte del 2015. L’hashrate è aumentato del 78% nel 2015.

Se il prezzo dovesse andare al di sopra dei $ 700 prima che il dimezzamento avvenga, un importo che è il doppio rispetto a quello di 6 mesi fa, i minatori sarebbero compensati più o meno allo stesso ritmo che avevano quando il bitcoin era sui $300. Dopotutto i minatori bitcoin possono stare tranquilli a questi prezzi.

Logo Colbitex - Exchange Colombiano

Colbitex, dalla Colombia il Primo Exchange Bitcoin

Il 3 giugno 2016, il primo exchange Bitcoin della Colombia, Colbitex,viene lanciato nella subnet testnet solitamente usata per testare bitcoin ma senza valore economico. Il mercato colombiano sembra avere tutte le caratteristiche giuste per una maggiore adozione del bitcoin.

La visione di Colbitex

Il progetto è stato fondato da Roman Parra, un ingegnere di produzione e commercializzazione di macchinari industriali, e Carlos Mesa, un ingegnere di sistemi informatici. Insieme hanno lanciato ufficialmente Colbitex che sarà una piattaforma di trading con servizio completo che consenta agli utenti tradizionali funzionalità che normalmente ci si aspettano da queste piattaforme.

Parra e Mesa prevedono inoltre di aggiungere una sorta di meccanismo di allarme che avvisi gli utenti in presenza di attività sospette sul conto. L’obiettivo, dicono, è quello di evitare “attività illegali” in borsa. Non c’è ancora una dichiarazione definitiva sui dettagli funzionali di questa funzione.

Il mercato in Colombia secondo Colbitex

L’indice potenziale mercato Bitcoin” siglato BMPI e prodotto dalla London School of Economics colloca la Colombia 84a su 178 paesi, certamente un segno positivo per Colbitex. Come potenziale primo exchange del paese Colbitex sta “spuntando tutte le caselle” per arrivare ad avere tutte le qualità necessarie per essere pronto per il mercato. Per quanto riguarda il posizionamento di mercato e le potenzialità degli scambi bitcoin in Colombia, Parra ha detto pubblicamente:

Il mercato Bitcoin in Colombia è cresciuto molto lentamente rispetto ad altri paesi come l’Argentina, il Brasile e il Venezuela, ma questa crescita è stata sostenuta e costante; ogni giorno ci sono nuovi utenti, nuovi investitori e nuove tecnologie interessati a conoscere il Bitcoin ed Ethereum.

Con l’attuale situazione economica della Colombia e la sua posizione geografica strategica, vi è un alto potenziale di sviluppo delle imprese e spazio per l’uso di queste nuove tecnologie.

Il rilascio di Colbitex è solo l’inizio per il gruppo, ne arriveranno altri anche per altri paesi confinanti alla Colombia. Essi prevedono inoltre di consentire attività diverse dal tradare solo Bitcoin; come i dati macroeconomici dell’economia mondiale continuano a segnalare un rallentamento e la tendenza verso le Cryptovalute continua, i tempi di Parra e Mesa per entrare in questo segmento di mercato potrebbero essere impeccabili.

bitcoin background

Perchè Bitcoin è una nuova “Asset Class”

Bitcoin sta emergendo come una classe di asset da investimento unica, secondo un recente rapporto di Chris Burniske, analista blockchain presso Arca Invest, e Adam White, vice presidente dello sviluppo business e strategie presso Coinbase .

Nel loro rapporto , dal titolo “Bitcoin: suona il campanello d’allarme per una nuova Asset Class”, gli autori sostengono che Bitcoin è finalmente un asset dove si può investire ma differisce in modo significativo dalle altre attività classiche del mondo della politica e dell’economia, il prezzo indipendente da manipolazioni e le caratteristiche di rischio-rendimento elevate nonostante l’alta volatilità. Essi credono che il software open source delle criptovalute si differenzierà ulteriormente da altre classi di attività. Chris e Adam ritengono che potrebbe crescere fino a una sostanziale capitalizzazione di mercato molto al di sopra degli attuali 6-7 miliardi di dollari.

Caratteristiche dell’ “Asset Class “

Le classi di attività sono visti in modo diverso e spesso sono viste in termini di investibilità. Esse differiscono anche nelle loro caratteristiche politico-economiche e la loro correlazione dei movimenti di prezzo rispetto ad altri asset di investimento e i profili di rischio-rendimento. Burniske e White esplorano il bitcoin nel contesto di tutti e quattro i criteri.

Gli autori ritengono che una classe di attività debba permettere una certa facilità di investimento fornendo opportunità e ampia liquidità. Dovrebbe anche avere un profilo politico-economico basato su una discreta governance per tutelare l’investitore. Inoltre, il suo valore di mercato dovrebbe oscillare indipendentemente da altre attività e presentare una bassa correlazione dei rendimenti.

Le tre caratteristiche sopra indicate dovrebbero fornire un profilo di rischio-rendimento differenziato che può essere misurato in termini di volatilità e rendimenti, una quarta caratteristica.

Burniske e Adams, analizzando il comportamento del Bitcoin sulla base di questi quattro criteri, tentano di determinare la sua appetibilità come criptovaluta.

Bitcoin verso Altre attività

Una Criptovaluta come “asset class” non può essere considerata unica senza osservare il suo comportamento in relazione agli investimenti standard e tradizionali come: obbligazioni, immobili, azioni, prodotti energetici, metalli preziosi e valute fiat(eurusd, usdjpy etc..)

Nell’esaminare l’investibilità del bitcoin, la liquidità giornaliera media del bitcoin in un periodo di tre mesi si è visto che l'”SPDR Gold Azioni ETF” (fondo su azioni legate all’oro) è stato tre volte superiore a quello dell’ ETF Vanguard REIT (fondo immobiliare)

Gli autori hanno detto che “A nostro avviso, il volume pari o superiore ad una frazione delle masse gestite sottolinea che il Bitcoin sta raccogliendo un’enorme attenzione di molto superiore a quello che dovrebbe attrarre considerando il suo attuale peso”.

“Investability” per migliorare

Gli autori ritengono sia probabile che, come le cryptocurrencies andranno a maturare col tempo, i titolari di bitcoin si espanderanno e forniranno una mano per migliorare l’investibilità dello stesso.

Caratteristiche dell’ investibilità del Bitcoin includono la sua resistenza e la sua censura e blockchain distribuita. Mentre l’infrastruttura della rete cresce, Bitcoin potrebbe diventare la risorsa più accessibile e sicura al mondo a disposizione del pubblico.

Un’infrastruttura istituzionale sta emergendo peril  Bitcoin con prodotti come TeraExchang fondi negoziati in borsa, Bitcoin Investment Trust e lo scambio di XBT Provider scambiati sul Nasdaq Nordic a Stoccolma.

Operazioni / Trading Balance

Quando la gente usa bitcoin, sono più propensi a usarlo per trasmettere il valore di beni e servizi che come un investimento speculativo. L’Aumento del volume degli scambi sono un segno sano per ridurre la volatilità, catalizzando ulteriormente il volume delle transazioni.

Gli autori hanno notato che i movimenti di prezzo del bitcoin sono stati distinti da altre classi di attività negli ultimi cinque anni. Bitcoin è la sola risorsa che mantiene basse le correlazioni coerentemente con ogni altro bene: oro, S & P 500, mercato immobiliare statunitense, l’olio e mercati emergenti. Avendo una bassa correlazione il bitcoin diventa per l’utente che investe in asset tradizionali un ottimo asset per diversificare il rischio, ossia in momenti di calo delle azioni e dell’oro proprio perche il bitcoin non è correlato ad essi è molto probabile che non calerà fornendo all’investitore un asset per proteggersi in momenti di crisi.

I profili rischio-rendimento

Esaminando i profili di rischio-rendimento, gli autori hanno notato che la volatilità del bitcoin è diminuita. All’inizio di maggio 2016, la volatilità giornaliera del Bitcoin era circa un terzo di quella di cinque anni fa e il 24% in meno rispetto all’inizio di maggio 2015. Il calo della volatilità è dovuta allo scambio su piattaforme di trading stabili e liquide, qualcosa sta cambiando dai tempi bui di MtGox.

Rendimenti Assoluti

Nell’esaminare i rendimenti assoluti, gli autori hanno notato che il Bitcoin ha fornito agli investitori rendimenti al di là di quella di qualsiasi altra classe di asset. Ciò lo dimostra la storia delle variazioni dei prezzi del Bitcoin.

Essi hanno rilevato che né rendimento assoluto né la volatilità sono indicatori sufficienti per un buon investimento. Un investitore deve regolare i rendimenti assoluti per il livello di rischio che può sopportare.

Asset Class Unica

Bitcoin dimostra caratteristiche tipiche di una classe di asset da investimento unica. Si riunisce la barra di investibilità e si differenzia notevolmente dalle altre attività di indipendenza del prezzo da altri asset come detto prima, il profilo politico-economico e le peculiari caratteristiche di rischio-rendimento.

Mentre l’analisi è stata fatta su cinque anni, gli autori hanno notato che sarà importante monitorare il comportamento di bitcoin in relazione ai mercati più grandi nei prossimi anni, la correlazione tra bitcoin e valute tradizionali potrebbe aumentare a mano a mano che il bitcoin cresce di dimensioni.

Come software open source che si evolve, Bitcoin saprà distinguersi ulteriormente da altre classi di attività. Innovazioni come “segregated witness” possono catalizzare usi più innovativi del bitcoin. Blockchain laterali (sidechains) e contratti intelligenti (smart contract vedi ethereum) potrebbero permettere nuovi servizi finanziari quali mercati privati liquidi e peer-to-peer per il prestito di valuta.

cftc

Multa di 75 mila dollari per Bitfinex

La Trading Commission Commodity Futures degli Stati Uniti  ( CFTC ) ha ordinato a Bitfinex , un exchange bitcoin di Hong Kong, di pagare $ 75.000 per aver offerto illegalmente transazioni su merci al dettaglio in criptomonete e per non essersi registrata come Futures Commission Merchant (FCM ) come richiesto dalla legge, secondo un comunicato stampa CFTC

L’ordine richiede di cessare lo scambio e di desistere da future violazioni dalle leggi della Borsa Merci (CEA).

CFTC Cita l’atto Dodd-Frank

Da aprile 2013 ad almeno febbraio 2016 la CFTC ha verificato che Bitfinex permetteva ai propri utenti di prendere a prestito bitcoins per operazioni in leva sul loro exchange senza consegnare agli stessi il sottostante utilizzato, in questo caso i bitcoin. Questo comportamento è illegale.

Si è osservato che ai sensi della legge Dodd-Frank, le commodity finanziarie devono essere condotte su un exchange è che il sottostante usato deve essere consegnato entro 28 giorni.

La CFTC ha citato una sentenza del tribunale federale riconoscendo che “la consegna effettiva” richiede un trasferimento di “possesso e controllo” della merce e di fornire “possesso reale e immediato per l’acquirente o l’agente del compratore”.

Ulteriori violazioni Citate

Bitfinex ha violato l’obbligo che tali operazioni devono essere condotte in una struttura di esecuzione dell’operazione e poiché le operazioni non hanno comportato la consegna effettiva di bitcoin, Bitfinex non poteva contare su una deroga alla giurisdizione del CFTC su tali operazioni consentite dalla legge.

CFTC ha trovato inoltre che Bitfinex ha accettato ordini e ha ricevuto fondi in relazione alle transazioni su merci al dettaglio senza essere registrata come FCM, come previsto dalla legge. FCM includono tutte le persone impegnate nel sollecitare o accettare ordini per le transazioni su merci al dettaglio o che accettano denaro in relazione a tali operazioni. Bitfinex non è mai stata registrata per queste attività.

CFTC Supervisiona Bitcoin futures e opzioni

L’anno scorso CFTC ha riconosciuto Bitcoin come una merce o commodity, CFTC ha l’autorità per sorvegliare i futures e le opzioni della criptovaluta. I derivati Bitcoin e le piattaforme di trading future devono registrarsi come struttura di esecuzione di swap o contratti o andranno in corso a sanzioni.

La CFTC ha comunque riconosciuto la collaborazione di Bitfinex con la Divisione per le indagini sulle applicazioni di trading. Bitfinex ha anche volontariamente apportato alcune modifiche alle sue pratiche di business imposte dalla CEA.

La Divisione di Enforcement della CTFC e i membri del personale responsabile di questa sezione sono Susan Gradman, Melissa Cavers, Scott Williamson, Michael Frisch e Rosemary Hollinger.

logo bitmex

Bitcoin e strumenti derivati, come la cina evade i controlli di valuta

Bitcoin Mercantile Exchange ( BitMEX ), uno piattaforma per lo scambio di derivati sul bitcoin lanciata nel 2014, ha già 5800 gli utenti che si scambiati  contratti derivati per un controvalore totale di $ 760 milioni.

Fondato da Arthur Hayes, un ex trader di Citigroup che ora vive a Hong Kong, l’obiettivo era quello di creare una pittaforma di scambio in cui le persone usano criptovaluta per puntare su titoli non facilmente accessibili nei loro mercati interni, ad esempio quello cinese.

Visto che la Cina restringe lo scambio di yuan per altre valute, i cittadini trovano costoso e difficile investire in titoli esteri. Gli investitori stranieri sono anche limitati su cosa comprare sempre dal governo Cinese.

L’acquisto di derivati in Bitcoin

L’obiettivo, ha detto Hayes, è quello di permettere a tutti di scommettere su qualsiasi cosa, in qualsiasi momento.

BitMEX non permette ai propri clienti di cambiare valuta tradizionale per bitcoin, quindi questi dovranno organizzarsi per l’acquisto di bitcoin su exchange come bitfinex, kraken, coinbase ed altri. Dopodichè essi possono quindi aprire un conto BitMEX, depositare i loro Bitcoin, e usarli per tradare. Gli investitori non comprano azioni, comprano i derivati, che sono contratti che simulano indici o titoli. Gli utili e le perdite sono calcolate sul conto BitMEX del cliente. I clienti possono ritirare i proventi e riconvertirli in contanti su altri exchanges.

BitMEX non dispone di una licenza per operare presso gli investitori cinesi. La società si basa su un approccio permissivo da parte del governo cinese.

BitMEX vicina ad un buon inizio

Quello che aiuta BitMEX è la dimensione del mercato cinese e l’esperienza di Hayes nel definire i contratti finanziari. Finora 5800 utenti hanno operato per un controlvalore totale di $ 760 milioni. BitMEX è già redditizia, il che è raro per delle start-up considerato che esiste da poco.

Hayes ha detto che consentirà ai clienti di utilizzare cryptocurrencies oltre al bitcoin, se lo desiderano.

Gil Luria, responsabile della ricerca tecnologia al Wedbush Securities Inc ., Ha detto che BitMEX è diventato un rapido scambio per derivati criptovaluta e ha beneficiato della vicinanza al mercato cinese e l’esperienza di Hayes nel commercio di derivati.

BitMEX ha preso il primo posto il mese scorso in una competizione tra 475 start-up di Singapore ospitati da Tech in Asia, un blog di tecnologia. BitMEX ora vuole raccogliere $ 2 milioni per far crescere la propria offerta.

Gli investitori cercano Diversificazione

Il tempismo di BitMEX è buono, secondo William Bao Bean, un investitore cinese. Ha detto che gli investitori vogliono diversificare mentre l’economia rallenta e gli investimenti interni sono sempre più imprevedibili. Bean è un ex banchiere d’investimento di Deutsche Bank che ora gestisce un programma per start-up chiamato Chinaccelerator.

Hayes è cresciuto nel sobborgo di Detroit di Bloomfield Hills. Ha frequentato l’Università di Wharton School della Pennsylvania e ha studiato economia, finanza e cinese. Ha trascorso un anno presso l’Università di Hong Kong della scienza e della tecnologia.

Ha imparato il commercio e derivati in uno stage con Deutsche Bank. Si trasferisce a Citigroup nel 2011 e focalizzata su Exchange Traded Funds. Nel 2011 ha perso il suo lavoro come parte di una manovra da 11000 licenziamenti.

Nel lanciare BitMEX, Hayes scheda Ben Delo, un laureato dell’Università di Oxford che ha sviluppato il software per i commercianti. Delo sta costruendo la piattaforma di trading di BitMEX. Sam Reed, uno sviluppatore web Milwaukee, sovrintende il design del sito.

La Cina è il centro del mondo bitcoin, con oltre il 90% del volume di scambio di Bitcoin in yuan cinese, secondo bitcoincharts.com. La Cina rappresenta anche per la maggior parte del mining bitcoin.

Delo e Hayes hanno partecipato a tre mesi al campo di addestramento Chinacellerator che assiste gli imprenditori che sviluppano imprese. Essi hanno scoperto che gli investitori cinesi vogliono essere in grado di prendere in prestito capitali. Quindi, BitMEX ha permesso ai clienti di prendere in prestito fino a $ 100 per ogni $ 1 di capitale, che è il quadruplo di ciò che offrono alcuni concorrenti.

I traders scommettono su vari beni

BitMEX ha attualmente in esecuzione un test in cui gli operatori possono scommettere sul prezzo delle valute virtuali, la volatilità del mercato e un indice delle maggiori 50 aziende pubbliche cinesi. L’obiettivo è quello di creare prodotti per le persone per operare su indici azionari, titoli, obbligazioni e valute del mondo reale. Hayes ha osservato che il Chicago Mercantile Exchange consente agli operatori di scommettere su tutto, dalle valute dell’America Latina al combustibile di Singapore e addirittura al clima europeo.

Hayes ha detto che ha bisogno di raccogliere fondi per ampliare la sua offerta e vedere se è in grado di scoprire se la domanda di BitMEX continuerà oppure no.

logo bitsquare

BitSquare

Bitsquare, il mercato decentralizzato

Nel suo scritto originale sulla tecnologia di pagamento P2P, Satoshi Nakamoto ha proposto un metodo per lo scambio di denaro tra due individui senza la necessità di una terza parte. Questa è stata la definizione fondamentale del Bitcoin, una criptovaluta che ha gradualmente guadagnato la fama e l’annullamento dei costi di transazione rispetto ai sistemi tradizionali.

In tempi in cui la maggior parte degli exchange Bitcoin centralizzati vengono presumibilmente coinvolti nel falsificare i volume degli scambi, perdita di dati personali e persino furti , BitSquare cerca di riempire un vuoto profondo nel mercato dei cambi bitcoin non regolamentati.

bitsquare

BitSquare Homepage

“Mentre il trasferimento di valuta nazionale richiede il coinvolgimento di canali di pagamento tradizionali come banche o sistemi di pagamento, bitsquare non è dipendente da uno qualsiasi di questi enti o banche. Il loro ruolo è limitato a quello che dovrebbe essere: trasferiscono moneta nazionale. Nessun potere di censura, confisca e monitoraggio o il controllo della vostra attività finanziaria. “

Mentre la maggioranza dei seguaci Bitcoin hanno sempre sostenuto l’idea, alcuni hanno anche sollevato questioni genuine contro la fattibilità di BitSquare. La questione principale è per quanto riguarda l’attuazione di day trading speculativo efficiente su una piattaforma decentralizzata.

Uno degli sviluppatori di BitSquare, Richard Myers, ha riconosciuto questo problema e ha promesso di ridurre al minimo il suo impatto in paesi con strutture di pagamento più veloci. Nel frattempo, ha anche descritto come tali preoccupazioni siano molto poche rispetto ai benefici che gli utenti riceveranno con BitSquare. Questi vantaggi comprendono tutto, dalla accessibilità immediata alla massima privacy.

“Fundraiser” per supportare il progetto BitSquare

BitSquare ha recentemente lanciato una campagna di raccolta fondi crowdfunding con un’App con l’obiettivo di raccogliere 120 BTC. Fino ad oggi sono riusciti ad ottenere circa il 42% dell’importo voluto. Prima di decidere di donare, si deve sempre leggere il white paper di BitSquare per conoscere meglio il loro progetto.

Bank of China

Il governo cinese entra a gamba tesa sul “P2P Lending”

Il governo cinese ha elaborato norme per limitare i prestiti P2P nel tentativo di ripulire il settore finanziario on-line. La banca centrale cinese ha elaborato un piano a seguito di una videoconferenza organizzata dal Consiglio di Stato a metà aprile con 14 regolatori e ministeri. Il Consiglio di Stato ha approvato il piano.

Il piano stabilisce norme più severe per le piattaforme P2P (peer to peer). I prestiti P2P sono quadruplicati a 440 miliardi di yuan (67 miliardi di dollari) l’anno scorso, secondo una ricerca Citigroup. Le regole proibiscono agli istituti di credito di detenere il capitale dei clienti “in-house”. I fondi devono essere quindi depositati presso un istituto bancario autorizzato di terze parti, e i fondi devono rimanere separati dai fondi aziendali di una piattaforma P2P. Le aziende devono anche stabilire “firewall” per la gestione delle transazioni con gli affiliati.

Il Settore P2P vuole supportare il regolamento

Wang Zhijian, CEO di Fuyin, una piattaforma P2P con sede a Shanghai, ha detto che il settore della finanza online ha affrontato un difficile periodo quest’anno, parlando a un forum finanziario.

Wang ha notato che le piattaforme supportano la regolamentazione del governo dal momento che senza buone regole i cattivi giocatori ovviamente surclassano i buoni giocatori. Ha detto che i regolamenti insufficienti hanno costretto l’uso della concorrenza sleale.

La polizia ha arrestato il 21 Febbraio scorso dei funzionari in Ezubao, la più grande piattaforma di prestito P2P del paese che ha raccolto $ 7.6 miliardi di dollari in due anni da oltre 900.000 investitori. La piattaforma ha usato tecniche scorette di marketing per finanziare uno schema Ponzi che ha utilizzato i fondi degli investitori per darli ai dirigenti di varie società, hanno detto le autorità.

In un altro caso la polizia ha arrestato 21 persone nel mese di aprile con legami con “Zhongjin Capital Management”, una nota firma di investimento di Shanghai per la raccolta di fondi illegali. La polizia ha identificato una persona arrestata, Zu Qin, un dirigente di Guotai Investment Holdings Co., società madre di Zhongjin.

Un dipendente della società ha detto che temeva di perdere 1 milione di yuan ($ 154.595), che aveva investito con la società.

La frode si espande in Cina

I casi di frode e di default sono cresciuti negli ultimi anni mentre l’economia ha rallentato e le aziende hanno dovuto pagare tassi di interesse più elevati.

Gli arresti di Shanghai sono arrivati due giorni dopo che il governo municipale ha iniziato un giro di vite contro la raccolta di fondi illegali.

Wang Sicong, presidente della piattaforma P2P eLoan, ha detto che i grandi casi non sono né on-line o P2P. Invece, sono le frodi che operano in nome della finanza on-line e P2P.

I Prestito via Internet si sono estesi oltre la Cina . Il Dipartimento di Giustizia americano ha indagato Club Corp (LC.N) a San Francisco, in California., Che ha ammesso la falsificazione di documenti nella vendita di un pacchetto di prestiti.

Il governo della Cina ha esortato i 14 ministeri a lavorare insieme e condividere le informazioni per affrontare il settore della finanza on-line.

Il governo vuole anche stabilire una piattaforma unificata per i conti bancari Internet e un sistema di registrazione centralizzata per i prodotti finanziari su Internet.

Piano Limita piattaforme online

Il piano limita le attività di piattaforme on-line che non hanno la licenza, limita attività come raccolta di denaro per finanziare progetti immobiliari e di impegnarsi in servizi finanziari come la gestione delle risorse. Inoltre, crea una certa responsabilità come requisito per abbinare i profili di rischio del cliente ai prodotti di investimento venduti.

Il piano vieta alle imprese non finanziarie la registrazione di nomi che includono “asset management”, “pagamenti”, “finanza”, “P2P”, “scambio commerciale” e “fondo”. Essa vieta inoltre la pubblicità ingannevole di prodotti finanziari .

Il governo sta anche stabilendo un soggetto inter-governativo che sarà guidato dalla banca centrale . Questa entità avrà rappresentanti inclusi i titoli, regolatori bancari e assicurativi , così come il Ministeroper lo sviluppo urbano e rurale e l’Amministrazione statale per l’Industria e il Commercio.

I ministeri e dipartimenti sono tenuti a completare le indagini sul campo entro luglio e entro novembre sarà fatta pulizia di tutti quelli non conformi alle nuove regole del piano.

Il Consiglio di Stato e la banca centrale non hanno risposto alle richieste di commento.

Hotel Burj Al Arab

Il Governo di Dubai sponsorizzerà la prossima conferenza sulle valute digitali

Dubai ospiterà una conferenza sulle valute digitali a fine mese, un evento che arriva alcuni mesi dopo che il governo aveva annunciato lo sforzo per sostenere una blockchain garantita da lui stesso.

Hotel Burj Al Arab

Il famoso Hotel cinque stelle di Dubai “Burj Al Arab” che ospiterà la conferenza.

La conferenza si terrà il 30 maggio presso l’hotel Burj Al Arab. Sarà caratterizzata da relatori provenienti sia dall’ambiente globale Bitcoin che da ecosistemi blockchain privati e non. L’evento è sponsorizzato da un centro di innovazione originariamente fondato dal sovrano di Dubai come parte di un più ampio sforzo per modernizzare la regione con le recenti tecnologie quali la blockchain.

Tra i nomi che contano figurano Dr. Aisha Bin Bishr, direttore generale di smart Dubai, uno sforzo pubblico per sostenere la digitalizzazione dei servizi della città-stato, e Saif Al Aleel, che guida il Dubai Future Foundation che sponsorizza gli eventi e la ricerca a Dubai sulla tecnologia.

In una dichiarazione Al Aleel detto:

“Ci rendiamo conto dell’importanza del settore finanziario per lo sviluppo degli EAU, e crediamo che la tecnologia blockchain possa inaugurare cambiamenti vitali con l’introduzione di nuovi approcci e progetti nel settore.”

Nel mese di febbraio è stato lanciato il Consiglio Blockchain globale, sostenuto da uno sforzo di innovazione fondato dal vice-presidente degli Emirati e emiro del Dubai, lo sceicco Mohammed bin Rashid.

Il gruppo di 32 membri comprende rappresentanti di una serie di iniziative del governo locale, così come le aziende di tecnologia rinomate come Cisco, IBM e Microsoft.

Start-up Blockchain come BitOasis, Kraken e yellowpay stanno prendendo parte all’iniziativa, che mira a testare e sviluppare soluzioni tecnologiche che utilizzano la blockchain e che si inseriscono nel più ampio obiettivo di aumentare la digitalizzazione dei servizi a Dubai.

Questo sforzo è in gran parte nella fase formativa secondo coloro che sono coinvolti, e si presenta come attori di finanza della regione cominciano ad esplorare la tecnologia più da vicino.

Relatori presenti all’evento

Tra i personaggi di spicco troviamo anche il CEO di Overstock Patrick Byrne, il direttore generale dei servizi di intelligence di Dubai, il CEO di Genesis Mining e l’amministratore delegato dell’exchange cinese OKCoin.

  • SE DR. AISHA BIN BISHR
    Direttore generale, intelligente Dubai
  •  

    SAIF AL ALEELI
    CEO, Dubai Future Foundation

  •  

    MAGNUS OLSSON
    CEO di Careem

  •  

    ANTHONY BUTLER
    CTO di IBM Cloud

  •  

    FLORIS KLEEMANS
    L’ex Strategy Group capo a ABN AMRO Bank

  •  

    MARCO STRENG
    CEO di Genesis Mining

  •  

    NOAH RAFORD
    Membro fondatore, globale Consiglio Blockchain

  •  

    ALVARO ABELLA
    Managing Partner di Beco Capitale

  •  

    MOE LEVIN
    Fondatore Eventi Keynote

  •  

    IQBAL ALIKHAN
    Strategia e Business Development Executive, IBM

  •  

    PINAKI AICH
    Vice Presidente Strategy Group a DIFC

  •  

    JAMES BERNARD
    Direttore del Business Development di DMCC

  •  

    VICTOR KIRIAKOS
    MD Flat6Labs

  •  

    OLA DOUDIN
    CEO e cofondatore a BitOasis

    DR. CHERIF BELBEL
    Fondatore e CEO di eBitx

  •  

    KEN LO
    CEO – ANX Internazionale

  •  

    ESTEBAN VAN GOOR
    Avvocato fiscale, Baker & McKenzie

  •  

    DAVID CHAPMAN
    COO di ANX Internazionale

    JAN SKOYLES
    Responsabile marketing di Coinsilium

  •  

    MATE TOKAY
    COO di Bitcoin.com

  •  

    RAMEZ MOHAMED
    CEO di Flat6Labs

  •  

    DEAN MASLEY
    Direttore esecutivo a Blockchain Education Network

  •  

    GREG SIMON
    CEO di Loyyal

    VIGNESH RAJA
    Strategia di marketing a Viktor Koenig

  •  

    PETER RIZZO
    Editor a CoinDesk

  •  

    HARRY YEH
    Managing Partner – Binario finanziaria

  •  

    MARCO KROHN
    CFO Genesis Mining

  •  

    ANDREW FILIPOWSKI
    Socio Fondatore – Tally Capitale

  •  

    NICOLAS CARY
    CEO – Blockchain.info

  •  

    STELLA XU
    CEO – OKCoin

  •  

    SAM DASTYARI
    Il senatore australiano

  •  

    BRUCE FENTON
    Direttore esecutivo di Bitcoin Foundation

  •  

    PAUL SNOW
    CEO di Factom

  •  

    PATRICK BYRNE
    CEO di Overstock.com

    VINNY LINGHAM
    CEO – Gyft

  •  

    CHANCE BARNETT
    CEO – Crowdfunder

  •  

    BILL TAI
    VC – KiteVC

  •  

    TODD HARRIS
    CFO – Tech CU

  •  

    MICAH WINKELSPECHT
    CEO – Gem

  •  

    YOBIE BENJAMIN
    CTO – Token.io

Page 2 of 5

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén