Category: Senza categoria

Altcoins: analisi quantitativa

In questo update confronteremo le principali altcoins verso il bitcoin con i sistemi quantitativi che utilizzo nella previsione annuale che pubblico nel primo post di ogni anno. Concisamente elencheremo i valori di volatilità e guadagno di questi asset alternativi al bitcoin. Vi ricordo che è sempre preferibile investire in asset dalla bassa volatilità e di conseguenza dagli alti guadagni, la volatilità va sempre a detrimento dei rendimenti.
Utilizzeremo dati settimanali, in particolare le ultime 52 settimane, ove possibile.
Quando tutte le volte che mi chiedete consigli sulle altcoin vi dico che è meglio lasciar perdere è proprio perchè NESSUNA ALTCOIN mostra guadagni positivi sopra l’unità questo perchè sono dominate dalla volatilità che disintegra il guadagno finale dell’asset.

ALTCOIN Guadagno (G) Volatilità (RMS)
Ethereum 0.9865 0.176
Dash 0.9862 0.188
Monero 0.979 0.1509
Litecoin 0.977 0.1511
Ethereum Classic 0.9765 0.169
Next 0.961 0.182
Ripple 0.96 0.236
Zetacash 0.951 0.1631
Stellar Lumens 0.9313 0.29
Bitcoin Cash 0.93 0.207
Qtum 0.909 0.206
Iota 0.88 0.179
Eos 0.8421 0.322
Bitcoin Gold n/a n/a

Detto questo, le altcoins “meno peggio” sono Dash ed Ethereum seguiti da Monero e Litecoin con una preferenza per queste ultime due a causa della minore volatilità rispetto a Ethereum e Dash.

Una menzione speciale a Bitcoin Cash che, considerando l’ elevata capitalizzazione di mercato, sia Guadagno che Volatilità sono pessimi.

Per concludere, il grande errore è quello di confrontare le altcoin con il dollaro o l’euro, a mio avviso è saggio confrontarle direttamente col Bitcoin; contro le valute fiat è facile ben figurare.

Appendice Tecnico

La procedura per il calcolo della volatilità e del guadagno è sempre la stessa spiegata in passato:

  1. Calcolo del logaritmo tra il valore della barra di oggi diviso la barra di ieri
  2. Valori medi (avg) degli ultimi 52 periodi (n) (1 anno utilizzando dati settimanali)
  3. Calcolo Volatilità  (rms)
  4. Calcolare la persistenza del prezzo con la formula P = (((avg / rms) – (1 / sqrt (n))) + 1) / 2
  5. Calcolo del guadagno con la formula G = ((1+rms)^P* ((1-rms)^ (1-P))
Grafica Background Analisi Tecnica

Analisi Tecnica: Aggiornamento di lungo periodo

xbtusd grafico settimanale

xbtusd grafico settimanale

Questa settimana presento un grafico settimanale del cross XBTUSD, vi è inclusa la media VWAP calcolata a due anni e le linee di deviazione note. Da oltre due anni il bitcoin è sopra la media a volumi di lungo periodo e nelle ultime settimane si è allontanato abbastanza da questa media nel forte rialzo in corso. Nel grafico allegato ho incluso la resistenza statica a 2900$ che avevo calcolato nel consueto aggiornamento annuale che pubblico ogni gennaio.

E’ improbabile che io abbia azzeccato perfettamente il top per quest’anno e come ho detto ad alcuni utenti nei commenti dei precedenti articoli ritengo ci sia spazio per entrare nella zona di resistenza evidenziata nel grafico. Il supporto, in caso prenda piede una correzione di medio periodo sul grafico settimanale, è la zona di prezzo che va da 1600 a 2200 dollari.

Il range per questa settimana va da circa 2330$ a 2780$ e in caso di caduta estrema vale la solita zona di supporto da 1050$ a 1350$.

Grafica Background Analisi Tecnica

Analisi Tecnica: aggiornamento di lungo periodo

grafico settimanale xbtusd

Grafico Settimanale XBTUSD

Quello che vedete è il grafico settimanale del cross XBTUSD, la linea centrale rappresenta una interpolazione dei prezzi di lungo periodo che ci dà la possibilita di meglio visualizzare il trend al rialzo in corso. Sopra e sotto questa linea abbiamo delle linee di deviazione statistica che ci aiutano a identificare quanto si può allontare il bitcoin dalla sua media di lungo periodo.

La linea gialla e la solita media che uso, l’ALMA, che al momento risulta ancora al rialzo, la linea bianca rappresenta una deviazione dalla media statisticamente significativa tant’è che il bitcoin non riesce facilmente a perforarla come potete vedere. Credo che sia arrivato il momento di una correzione e di un ritorno sulla media che ora si trova circa a 830$, difficile calcolare in anticipo quantà volatilità avremo durante il ribasso, nel caso più estremo il bitcoin potrebbe andare a testare la linea tratteggiata sotto il punto medio a circa 650$, difficilmente credo che vedremo un tracollo fino alla seconda linea di deviazione posizionata a circa 530 dollari.

Personalmente ritengo che le mani deboli stiano vendendo, spaventate dalla possibilità che il network bitcoin possa dividersi dando vita a bitcoin unlimited che io considero a tutti gli effetti una altcoin.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén