Domande frequenti

Trova le risposte alle domande ricorrenti sul Bitcoin.

Sommario

  • Generale
    • Che cos’è Bitcoin?
    • Chi ha creato Bitcoin?
    • Chi controlla la rete Bitcoin?
    • Come funziona Bitcoin?
    • È realmente utilizzato dalle persone il Bitcoin ?
    • Come si fa a acquisire bitcoin?
    • Quanto è difficile effettuare un pagamento Bitcoin?
    • Quali sono i vantaggi di Bitcoin?
    • Quali sono gli svantaggi di Bitcoin?
    • Perché le persone si fidano Bitcoin?
    • Posso fare i soldi con Bitcoin?
    • È completamente virtuale e immateriale il Bitcoin ?
    • È Bitcoin anonimo?
    • Cosa succede quando i bitcoin vanno persi?
    • Può Bitcoin scalare per diventare una grande rete di pagamento?
  • Legalità
    • È legale?
    • È utile per attività illegali?
    • Il Bitcoin può essere regolato?
    • Che dire del Bitcoin e le tasse?
    • Che dire del Bitcoin e la protezione dei consumatori?
  • Economia
    • Come si creano i bitcoin?
    • Perché bitcoin hanno un valore?
    • Cosa determina il prezzo di bitcoin?
    • Possono bitcoin diventato senza valore?
    • È Bitcoin una bolla?
    • È Bitcoin uno schema di Ponzi?
    • Il bitcoin premia ingiustamente gli “early adopters”?
    • La quantità finita di bitcoin non sarà una limitazione?
    • Corre il bitcoin il rischio di cadere in una spirale deflazionistica
    • Non è la speculazione e la volatilità è un problema per Bitcoin?
    • Che cosa succede se qualcuno ha acquistato tutte le bitcoin esistenti?
    • Che cosa succede se qualcuno crea una migliore moneta digitale?
  • Le transazioni
    • Perché devo attendere la conferma?
    • Quanto sarà la tassa di transazione?
    • Che cosa succede se ricevo un bitcoin quando il computer è spento?
    • Che cosa significa “Sincronizzazione” e perché ci vuole così tanto tempo?
  • Estrazione
    • Cos’e il bitcoin mining?
    • Come funziona il mining bitcoin?
    • Non è l’estrazione di Bitcoin uno spreco di energia?
    • Di cosa ho bisogno per iniziare l’estrazione o mining?
  • Sicurezza
    • È sicuro il Bitcoin?
    • Non è mai stato violato il bitcoin in passato?
    • Gli utenti potrebbero colludere contro il Bitcoin?
    • È vulnerabile il Bitcoin alla computazione quantistica?

Generale

Che cos’è il Bitcoin?

Bitcoin è una rete di consenso che consente di utilizzare , attraverso un nuovo sistema di pagamento, una forma di denaro completamente digitale. E’ la prima rete decentrata di pagamento peer-to-peer che è alimentata dai suoi stessi utenti senza autorità centrale o intermediari. Dal punto di vista dell’utente, Bitcoin è più o meno come denaro contante su Internet.

Chi ha creato il Bitcoin?

Bitcoin è la prima implementazione di un concetto chiamato “criptovaluta” che è stata descritta per la prima volta nel 1998 da Wei Dai sulla cypherpunk mailing list, che suggerisce l’idea di una nuova forma di denaro che utilizza la crittografia per controllare la sua creazione e le transazioni, piuttosto che delegare il tutto ad un’autorità centrale. La prima specifica Bitcoin e proof of concept è stata pubblicata nel 2009 in unamailing list di crittografia da Satoshi Nakamoto. Satoshi ha lasciato il progetto alla fine del 2010 senza rivelare molto di sé. La comunità da allora è cresciuta in modo esponenziale con molti sviluppatori che lavorano sul Bitcoin.

L’anonimato di Satoshi spesso ha sollevato preoccupazioni ingiustificate, molte delle quali sono legate al fraintendimento della natura open-source di Bitcoin. Il protocollo Bitcoin e il software vengono pubblicate apertamente e qualsiasi sviluppatore in tutto il mondo può rivedere il codice o rendere la propria versione modificata.

Chi controlla la rete Bitcoin?

Nessuno possiede la rete Bitcoin così come nessuno possiede la tecnologia alla base della posta elettronica. Bitcoin è controllato da tutti gli utenti Bitcoin in tutto il mondo. Gli sviluppatori stanno migliorando il software ma non possono forzare un cambiamento nel protocollo Bitcoin perché tutti gli utenti sono liberi di scegliere quale software e versione utilizzare. Al fine di rimanere compatibili tra loro, tutti gli utenti devono utilizzare la versione del software che rispetti le stesse regole. Bitcoin può funzionare correttamente solo con un consenso completo tra tutti gli utenti pertanto, tutti gli utenti e gli sviluppatori hanno un forte incentivo per proteggere questo consenso.

Come funziona Bitcoin?

Dal punto di vista dell’utente, Bitcoin non è altro che un app mobile o un programma per computer che fornisce un portafoglio personale Bitcoin e consente all’utente di inviare e ricevere bitcoin. Ecco come funziona Bitcoin per la maggior parte degli utenti.

Dietro le quinte, la rete Bitcoin è la condivisione di un registro pubblico chiamato “blockchain” o catena dei blocchi. Questo registro contiene ogni transazione mai elaborato, consentendo computer di un utente per verificare la validità di ogni transazione. L’autenticità di ogni transazione è protetta da firme digitali corrispondenti agli indirizzi invio, permettendo a tutti gli utenti di avere il controllo completo sopra l’invio di bitcoin dai loro indirizzi Bitcoin. Inoltre, chiunque può elaborare transazioni utilizzando la potenza di calcolo di hardware specializzato e guadagnare una ricompensa in bitcoin per questo servizio. Questo è spesso chiamato “l’estrazione”.

È Bitcoin realmente utilizzato da persone?

Sì. C’è un numero crescente di aziende e individui che utilizzano Bitcoin. Questo include mattoni e malta aziende come ristoranti, appartamenti, studi legali, e servizi online popolari come Namecheap, WordPress, e Reddit. Mentre Bitcoin resta un fenomeno relativamente nuovo, che è in rapida crescita. Alla fine di agosto 2013, il valore di tutti bitcoin in circolazione ha superato US $ 1.5 miliardo con milioni di dollari di bitcoin scambiati quotidianamente.

 

Come si fa a comprare i bitcoins?

  • Come pagamento per beni o servizi.
  • Acquistare bitcoin su localbitcoins.
  • Scambiarseli con qualcuno vicino a voi.
  • Guadagnare bitcoin attraverso il mining.

Mentre può essere possibile trovare persone che desiderano vendere i bitcoin in cambio di una carta di credito o di un pagamento PayPal, la maggior parte degli scambi non consentono il finanziamento tramite questi metodi di pagamento.Ciò è dovuto ai casi in cui qualcuno compra bitcoin con PayPal, e poi blocca la sua metà della transazione, questo è comunemente indicato come un chargeback.

Quanto è difficile effettuare un pagamento Bitcoin?

pagamenti Bitcoin sono più facili da fare che debito o carta di credito gli acquisti, e possono essere ricevuti senza un conto commerciante. I pagamenti vengono effettuati da un’applicazione portafoglio, sia sul computer o smartphone, inserendo l’indirizzo del destinatario, l’importo del pagamento, e premendo invio. Per rendere più facile per immettere l’indirizzo del destinatario, molti portafogli possono ottenere l’indirizzo mediante la scansione di un codice QR o toccando due telefoni cellulari con tecnologia NFC.

pagamento

Tipica Interfaccia di un client bitcoin che sta effettuando un pagamento da 1.66 BTC

Quali sono i vantaggi del Bitcoin?

  • La libertà di pagamento – E ‘possibile inviare e ricevere bitcoin in qualsiasi parte del mondo, in qualsiasi momento. Non ci sono giorni festivi. Confini. Niente burocrazia. Bitcoin permette ai suoi utenti di essere in pieno controllo del loro denaro.
  • Scegli le tue commissioni – non vi è alcuna tassa per ricevere bitcoin, e molti portafogli consentono di controllare quanto deve essere la tassa da pagare in funzione della spesa. Tasse più alte possono incoraggiare una più veloce conferma della transazione. Le tariffe sono estranee all’importo trasferito, quindi è possibile inviare 100.000 bitcoin con lo stesso costo dell’invio di un singolo bitcoin.
  • Meno rischi per i commercianti – le transazioni Bitcoin sono sicure, irreversibili e non contengono informazioni sensibili o personali dei clienti. Questo protegge i commercianti da perdite causate da frode o chargeback fraudolenti. I commercianti possono facilmente espandersi in nuovi mercati in cui sia le carte di credito non sono disponibili o i casi di frode sono inaccettabilmente alti. I risultati netti sono tasse più basse, mercati più grandi e meno costi amministrativi.
  • Sicurezza e controllo – gli utenti Bitcoin sono in pieno controllo delle loro operazioni; è impossibile per i commercianti forzare addebiti indesiderati o inosservati come può accadere con altri metodi di pagamento. Pagamenti Bitcoin possono essere fatti senza informazioni personali legati alla transazione. Questo offre una forte protezione contro il furto di identità. Gli utenti Bitcoin possono anche proteggere i loro soldi e/o portafoglio (wallet) con il backup e la crittografia.
  • Trasparente e neutrale – Tutte le informazioni riguardanti l’offerta di moneta Bitcoin sono di per sé facilmente reperibili sulla blockchain (catena dei blocchi) per chiunque voglia verificare e utilizzare in tempo reale queste informazioni. Nessun individuo o organizzazione può controllare e manipolare il protocollo Bitcoin perché è crittograficamente sicuro. In questo modo il nucleo del Bitcoin è attendibile e completamente neutrale, trasparente e prevedibile.

Quali sono gli svantaggi di Bitcoin?

  • Grado di accettazione – Molte persone sono ancora inconsapevoli del Bitcoin. Ogni giorno, sempre più aziende accettano bitcoin perché vogliono avere i vantaggi di farlo, ma l’elenco rimane piccolo e ancora bisogna crescere al fine di beneficiare degli effetti di rete o “network effect”.
  • Volatilità – Il valore totale dei bitcoin in circolazione e il numero di aziende che utilizzano Bitcoin sono ancora molto piccole rispetto a quello che potrebbero essere. Pertanto piccoli eventi o le attività commerciali possono influenzare sensibilmente il prezzo. In teoria, questa volatilità diminuirà a mano a mano che il bitcoin crescerà di dimensione. Mai prima d’ora il mondo aveva visto una start-up di una valuta quindi è veramente difficile (ed emozionante) immaginare come andrà a finire.
  • Il continuo sviluppo – software Bitcoin è ancora in beta con molte caratteristiche incomplete in fase di sviluppo. Nuovi strumenti, funzioni e servizi sono in fase di sviluppo per rendere Bitcoin più sicuro e accessibile alle masse. Alcuni di questi non sono ancora pronti per tutti. La maggior parte delle aziende Bitcoin sono nuove e ancora non offrono assicurazione. In generale, Bitcoin è ancora in una fase di maturazione.

Perché le persone si fidano del Bitcoin?

Gran parte della fiducia nel Bitcoin deriva dal fatto che non richiede affatto nessuna fiducia. Bitcoin è completamente open-source e decentralizzato. Ciò significa che chiunque può avere accesso all’intero del codice sorgente in qualsiasi momento. Qualsiasi sviluppatore nel mondo può quindi verificare esattamente come funziona il Bitcoin. Tutte le transazioni e i bitcoin emessi possono essere consultati in modo trasparente in tempo reale da parte di chiunque. Tutti i pagamenti possono essere effettuati senza fare affidamento su una terzo parte come una banca e l’intero sistema è protetto da algoritmi crittografici pesantemente peer-reviewed come quelli utilizzati per l’online banking. Nessuna organizzazione o individuo può controllare Bitcoin e la rete rimane protetta.

Posso fare i soldi con i Bitcoin?

Non si dovrebbe mai avere l’aspettativa di diventare ricchi con i Bitcoin o qualsiasi tecnologia emergente. E ‘sempre importante essere attenti a tutto ciò che sembra troppo bello per essere vero o disobbedisce alle regole economiche di base.

Bitcoin è uno spazio crescente di innovazione e ci sono opportunità di business che includono anche rischi. Non vi è alcuna garanzia che il Bitcoin continuerà a crescere anche se è cresciuto ad un ritmo molto veloce fino ad ora. Investire tempo e risorse su tutto ciò che riguarda Bitcoin richiede una certa imprenditorialità. Ci sono vari modi per fare soldi con Bitcoin come il minarli (produrli), la speculazione o l’avviamento di nuove imprese. Tutti questi metodi sono competitivi e non vi è alcuna garanzia di profitto. Spetta a ciascuno di noi fare una corretta valutazione dei costi e dei rischi connessi a tale progetto.

È completamente virtuale e immateriale il Bitcoin ?

Bitcoin è virtuale come le carte di credito e le reti di online banking che le persone usano tutti i giorni. Bitcoin può essere utilizzato per pagamenti online e nei negozi fisici come qualsiasi altra forma di denaro. Bitcoin possono anche essere scambiati in forma fisica, come le monete Casascius , ma pagando con un telefono cellulare di solito resta più conveniente. I saldi Bitcoin sono memorizzati in una grande rete distribuita, e non possono essere modificati fraudolentemente da nessuno. In altre parole, gli utenti Bitcoin hanno il controllo esclusivo sui loro fondi e i bitcoin non possono svanire solo perché sono virtuali.

È anonimo il Bitcoin ?

Bitcoin è progettato per consentire agli utenti di inviare e ricevere pagamenti con un livello accettabile di privacy così come qualsiasi altra forma di denaro. Tuttavia, Bitcoin non è anonimo e non è in grado di offrire lo stesso livello di privacy dei contanti. L’uso di Bitcoin lascia traccia in ampi registri pubblici. I vari meccanismi esistono per proteggere la privacy degli utenti, e sono in fase di sviluppo. Tuttavia, c’è ancora molto lavoro da fare prima che queste caratteristiche siano utilizzate correttamente dalla maggior parte degli utenti Bitcoin.

Alcune preoccupazioni sono state sollevate che le transazioni private potrebbero essere utilizzate per scopi illegali tuttavia, vale la pena notare che Bitcoin sarà senza dubbio sottoposto a normative simili che sono già in atto all’interno dei sistemi finanziari esistenti. Bitcoin non può essere più anonimo dei contanti e non è tale da impedire l’esecuzione di indagini penali. Inoltre, Bitcoin è stato progettato anche per prevenire una vasta gamma di reati finanziari.

Cosa succede quando i bitcoin vanno persi?

Quando un utente perde il suo portafoglio bitcoin ha l’effetto di eliminare il denaro dalla circolazione. I bitcoin persi ancora rimangono nella catena dei blocchi proprio come qualsiasi altro bitcoin. Tuttavia questi bitcoin restano sospesi per sempre perché non c’è modo per chiunque di ritrovare la chiave privata associata a quel portafoglio che permetterebbe loro di essere spesi di nuovo. A causa della legge della domanda e dell’offerta, quando un numero inferiore di bitcoin sono disponibili, quelli che sono rimasti saranno in maggiore domanda e aumenteranno di valore per compensare.

Può il Bitcoin scalare a sufficienza per diventare una grande rete di pagamento?

La rete Bitcoin può già elaborare un numero molto più elevato di transazioni al secondo rispetto agli inizi tuttavia, non è del tutto pronta a scalare al livello di grandi reti come le carte di credito. Si sta lavorando per alzare i limiti attuali e le future esigenze sono ben note. Fin dall’inizio, ogni aspetto della rete Bitcoin è stato in un continuo processo di maturazione, l’ottimizzazione e la specializzazione e dovrebbe rimanere così per diversi anni a venire. Poiché il traffico cresce, più utenti Bitcoin possono utilizzare i client “leggeri”, e i nodi che possiedono tutta la storia della blockchain (oggi ammonta a circa 80 giga di dati)  possono diventare un servizio più specializzato.

Per quanto a nostra conoscenza, Bitcoin non è stato reso illegale dalla legislazione nella maggior parte delle giurisdizioni. Tuttavia, alcune giurisdizioni (come l’Argentina e la Russia) severamente limitano o vietano le valute estere. Altre giurisdizioni (come la Thailandia) possono limitare la concessione in licenza di alcune entità come gli scambi Bitcoin sugli exchanges.

Regolatori da varie giurisdizioni stanno prendendo provvedimenti per fornire agli individui e le imprese le regole su come integrare questa nuova tecnologia con il sistema finanziario formale, regolamentato. Ad esempio, il Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN), un ufficio del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ha emesso una guida non vincolante su come esso vede le attività di valute virtuali.

È utile il Bitcoin per le attività illegali?

Bitcoin è il denaro, e il denaro è sempre stato utilizzato sia per scopi legali e illegali. Contanti, carte di credito e sistemi bancari attuali ampiamente superano Bitcoin in termini di utilizzo per il finanziamento del crimine. Bitcoin può portare innovazione significativa nei sistemi di pagamento e dei vantaggi di tale innovazione sono spesso considerati molto al di là dei loro potenziali svantaggi.

Bitcoin è progettato per essere un enorme passo avanti nel fare soldi in modo più sicuro e potrebbe anche fungere da protezione significativa contro molte forme di criminalità finanziaria. Per esempio, i bitcoin sono del tutto impossibili da contraffare. Gli utenti sono in pieno controllo dei loro pagamenti e non possono ricevere spese non approvate, come con le frodi con carta di credito, le transazioni Bitcoin sono irreversibili e immuni da chargeback fraudolenti. Bitcoin permettedi gestire  soldi protetti contro il furto e la perdita utilizzando meccanismi molto forti e utili come backup, crittografia e le firme multiple (un pagamento deve essere approvato da più fonti per poter essere inviato riducendo il rischio di furti).

Alcune preoccupazioni sono state sollevate che il Bitcoin potrebbe essere più attraente per i criminali perché può essere utilizzato per effettuare pagamenti privati e irreversibili. Tuttavia, queste caratteristiche esistono già con contanti e bonifico bancario, che sono ampiamente utilizzati e ben consolidati. L’uso di Bitcoin sarà senza dubbio sottoposto a normative simili che sono già in atto all’interno dei sistemi finanziari esistenti e Bitcoin non è in grado di impedire le indagini penali dall’essere condotte.

Il Bitcoin può essere regolato?

Il protocollo Bitcoin in sé non può essere modificato senza la collaborazione di quasi tutti i suoi utenti, che scelgono quale software che utilizzano. Il tentativo di assegnare dei diritti speciali di un ente locale sulle regole della rete globale Bitcoin non è una possibilità concreta. Qualsiasi organizzazione ricca o non potrebbe scegliere di investire in hardware di data mining per controllare la metà della potenza di calcolo della rete e diventare in grado di bloccare o invertire le transazioni recenti (problema del 51%). Tuttavia, non vi è alcuna garanzia che possano mantenere questo potere poiché questo richiede di investire tanti milioni quanti ne abbiano investiti tutti i minatori del mondo, parliamo di miliardi di dollari.

È comunque possibile regolare l’uso del Bitcoin in un modo simile a qualsiasi altro strumento. Proprio come il dollaro, Bitcoin può essere utilizzato per una vasta gamma di scopi, alcuni dei quali possono essere considerati legittimi o meno come per le leggi di ogni giurisdizione. A questo proposito, Bitcoin non è diverso da qualsiasi altro strumento o risorsa e può essere soggetto a normative diverse in ogni paese. L’uso del Bitcoin potrebbe anche essere reso difficile dalle norme restrittive, nel qual caso è difficile determinare quale percentuale di utenti potrebbero continuare ad usare la tecnologia. Un governo che sceglie di vietare Bitcoin impedirebbe a imprese e mercati nazionali in via di sviluppo, spostando l’innovazione in altri paesi. La sfida per i regolatori, come sempre, è quello di sviluppare soluzioni efficienti senza compromettere la crescita di nuovi mercati emergenti e le sue imprese.

Cosa dire sul Bitcoin e le tasse?

Bitcoin non è una moneta con corso legale in qualsiasi giurisdizione,c’è una grande varietà di legislazione in molte giurisdizioni diverse che potrebbero avere effetti sul reddito, le vendite, il libro paga, plusvalenze, o qualche altra forma di responsabilità fiscale collegata all’uso del Bitcoin. Cosa dire sul Bitcoin e la protezione dei consumatori?

Ogni utente può inviare e ricevere pagamenti in modo simile per incassare ma può anche prendere parte a contratti più complessi. Firme multiple (multiple sig) permettono ad una transazione per essere accettata dalla rete solo se un certo numero di un gruppo definito di persone accetta di firmare la transazione. Questo consente di sviluppare in futuro servizi di mediazione delle controversie, servizi quindi molto innovativi. Tali servizi potrebbero permettere a terzi di approvare o rifiutare una transazione in caso di disaccordo tra le altre parti senza avere il controllo sul loro denaro. Al contrario di denaro contante e altri metodi di pagamento, Bitcoin lascia sempre una prova pubblica che una transazione abbia avuto luogo, che può potenzialmente essere utilizzato in un ricorso contro le aziende dalle pratiche fraudolenti.

Il modo in cui funziona Bitcoin consente sia privati che alle aziende di essere protetti contro chargeback fraudolenti dando la scelta al consumatore di chiedere una maggiore protezione quando non sono disposti a fidarsi di un particolare commerciante.

Economia

Come si creano i bitcoin?

Un processo competitivo e decentrato chiamato “mining” genera continuamente nuovi bitcoin. I “minatori” Bitcoin praticamente elaborano le transazioni e garantiscono la protezione della rete utilizzando hardware specializzato in cambio ricevono dei bitcoin per ogni blocco minato e aggiunto alla catena dei blocchi (blockchain).

Il protocollo Bitcoin è progettato in modo tale che i nuovi bitcoin sono creati seguendo un tasso fisso. Quando più minatori accedono alla rete diventa sempre più difficile realizzare un profitto e i minatori devono cercare l’efficienza per ridurre i loro costi di gestione. Nessuna autorità centrale o sviluppatore ha alcun potere di controllo o di manipolazione sul sistema per aumentare i loro profitti.

I Bitcoin sono creati ad un tasso decrescente e prevedibile. Il numero di nuovi bitcoin creati ogni anno si dimezza automaticamente nel corso del tempo fino a quando l’emissione di nuovi Bitcoin si arresterà completamente, con un totale di 21 milioni di bitcoin in circolazione. A questo punto, i minatori Bitcoin saranno probabilmente sostenuti esclusivamente dai costi delle transazioni (fee) applicati.

Perché i bitcoin hanno un valore?

I Bitcoin hanno valore in quanto sono utili come forma di denaro. Bitcoin ha le caratteristiche di denaro (durata, la portabilità, fungibilità, la scarsità, divisibilità e riconoscibilità) in base alle proprietà della matematica piuttosto che fare affidamento sulle proprietà fisiche (come oro e argento) o la fiducia nelle autorità centrali (come le valute fiat). In breve, Bitcoin è sostenuto dalla matematica. Con questi attributi, tutto ciò che serve per una forma di denaro per dare valore è la fiducia e l’adozione. Nel caso del Bitcoin, questo può essere misurato con la sua crescente base di utenti, commercianti che l’adottano e le start-up. Come per tutte le valute, il valore del Bitcoin viene solo e direttamente da persone disposte ad accettarli come pagamento.

Cosa determina il prezzo del bitcoin?

Il prezzo di un Bitcoin è determinato dalla domanda e dall’offerta. Quando la domanda di bitcoin aumenta, il prezzo sale e quando la domanda cade, il prezzo scende. C’è solo un numero limitato di bitcoin in circolazione e nuovi bitcoin sono creati ad un tasso prevedibile e in calo nel tempo il che significa che la domanda deve seguire questo livello di inflazione per mantenere il prezzo stabile. Siccome il Bitcoin è ancora un mercato relativamente piccolo rispetto a quello che potrebbe essere, non ci vuole una notevole quantità di denaro per muovere il prezzo di mercato verso l’alto o verso il basso, e quindi il prezzo di un bitcoin è ancora abbastanza volatile.

Prezzo di 1 Bitcoin nel corso del tempo in dollari americani:

BTCUSD grafico mensile

BTCUSD grafico mensile

Possono i bitcoin diventare senza valore?

Sì. La storia è piena di valute che non esistono più e non sono più utilizzate, come il marco tedesco durante la Repubblica di Weimar e, più recentemente, il dollaro dello Zimbabwe. Sebbene precedenti fallimenti di cambio erano in genere a causa di un genere di iperinflazione  che Bitcoin rende impossibile, c’è sempre il rischio di guasti tecnici, valute concorrenti, questioni politiche e così via. Bitcoin si è dimostrato affidabile per anni dal suo inizio e vi è un grande potenziale per il Bitcoin di continuare a crescere. Tuttavia nessuno è in grado di prevedere ciò che il futuro riserverà al Bitcoin.

È il Bitcoin in una bolla?

Un aumento veloce nel prezzo non costituisce una bolla. Un’artificiale sopravvalutazione che porterà ad una correzione improvvisa verso il basso costituisce una bolla. Motivi per cambiamenti nel sentiment possono includere una perdita di fiducia in Bitcoin, una grande differenza tra valore e prezzo, non sulla base dei fondamentali dell’economia Bitcoin, una maggiore copertura stampa stimola la domanda speculativa, la paura di incertezza, e l’esuberanza irrazionale vecchio stile e l’avidità  sono elementi che possono generare bolle e crisi.

È uno schema Ponzi il Bitcoin?

Uno schema Ponzi è una operazione di investimento fraudolente che paga i rendimenti ai suoi investitori dal proprio denaro, o il denaro versato dai successivi investitori, invece che da profitti guadagnati dalle persone che gestiscono il business. Schemi Ponzi sono progettati per crollare a spese degli ultimi investitori quando non ci sono abbastanza nuovi partecipanti.

Bitcoin è un progetto di software libero senza autorità centrale. Di conseguenza, nessuno è in grado di presentare le attività fraudolente circa il rendimento degli investimenti. Come le altre principali valute come l’oro, dollaro Stati Uniti , Euro, yen, ecc non vi è alcun potere di acquisto garantito e il tasso di cambio fluttua liberamente. Questo porta alla volatilità dove i proprietari di bitcoin possono imprevedibilmente fare o perdere soldi. Al di là della speculazione, Bitcoin è anche un sistema di pagamento con utili attributi e competitivi che vengono utilizzati da migliaia di utenti e aziende e non solo speculatori.

Il bitcoin premia ingiustamente gli “early adopters”?

Alcuni primi utilizzatori hanno un gran numero di bitcoin perché hanno preso i rischi e il tempo e le risorse investite in una tecnologia non diffusa che è stata poco utilizzata da chiunque e che è stata molto più difficile da rendere sicura. Non vi è alcuna garanzia che il prezzo di un Bitcoin aumenterà, questo è molto simile a investire in una startup che può prendere valore attraverso la sua utilità e la popolarità, o semplicemente potrebbe anche non sfondare mai. Bitcoin è ancora nella sua infanzia ed è stato progettato con una visione molto a lungo termine; è difficile immaginare come potrebbe essere meno sbilanciata verso i primi ad adottare, e gli utenti di oggi possono o non possono essere i primi utilizzatori di domani.

La quantità finita di bitcoin non sarà una limitazione?

Bitcoin è unico in quanto non potranno mai essere creati solo 21 milioni di bitcoin. Tuttavia, questo non sarà mai una limitazione perché le transazioni possono essere denominate in piccole sub-unità di 1 Bitcoin, come i bit – ci sono 1.000.000 di bit in 1 bitcoin. Bitcoin possono essere divisi fino a 8 cifre decimali (0.000 000 01) e le unità potenzialmente ancora più piccole se ciò è sempre necessario in futuro, come la dimensione media delle transazioni diminuisce.

Il bitcoin corre il rischio di cadere in una spirale deflazionistica?

La teoria della spirale deflazionistica dice che se i prezzi dovrebbero scendere, le persone tenderanno a rimandare gli acquisti al fine di beneficiare dei prezzi più bassi. Questo calo della domanda provocherà a sua volta che i commercianti abbasseranno i prezzi per cercare di stimolare la domanda, rendendo il problema peggiore portando a una depressione economica.

Anche se questa teoria è un modo popolare per giustificare l’inflazione tra i banchieri centrali, non sembra essere sempre vera ed è considerata controversa fra gli economisti. L’Elettronica di consumo è un esempio di un mercato in cui i prezzi sono in costante caduta ma non è che questo causi un calo delle vendite, la gente alla fine compra i prodotti. Analogamente, il valore di un bitcoin è aumentato nel tempo e tuttavia la dimensione dell’economia Bitcoin è cresciuta drammaticamente con esso. Poiché sia il valore della moneta e la dimensione della sua economia hanno iniziato da zero nel 2009, il Bitcoin è un controesempio alla teoria dimostrando che spesso queste teorie sono errate.

Nonostante questo il Bitcoin non è progettato per essere una valuta deflazionistica. E ‘più corretto dire Bitcoin è destinato a gonfiare nei suoi primi anni, e diventare stabile nei suoi ultimi anni. L’unica volta che la quantità di bitcoin in circolazione scenderà è se le persone con noncuranza perdono i loro portafogli, omettendo di fare il backup. Con una base monetaria stabile e un’economia stabile, il valore della moneta dovrebbe rimanere lo stesso.

Non sono la speculazione e la volatilità dei pericoli per il Bitcoin?

Fortunatamente, la volatilità non influenza i principali vantaggi del Bitcoin come sistema di pagamento per trasferire denaro dal punto A al punto B. E ‘possibile per le imprese per convertire i pagamenti bitcoin alla loro valuta locale istantaneamente, permettendo loro di trarre profitto dai vantaggi del Bitcoin senza essere sottoposto alle fluttuazioni dei prezzi. Dal momento che il Bitcoin offre molte caratteristiche e proprietà utili e unici, molti utenti scelgono di utilizzare Bitcoin. Con tali soluzioni e incentivi, è possibile che il Bitcoin possa maturare e svilupparsi ad un livello in cui la volatilità dei prezzi sarà limitata.

Che cosa succede se qualcuno ha acquistato tutte i bitcoin esistenti?

Solo una piccola parte di Bitcoin rilasciate fino ad oggi si trovano sul mercato dei cambi per la vendita. I mercati bitcoin sono competitivi, cioè il prezzo di un Bitcoin dovrà aumentare o diminuire a seconda della domanda e dell’offerta. Inoltre, i nuovi bitcoin continueranno ad essere rilasciati per i decenni a venire. Pertanto, anche l’acquirente più determinato non può comprare tutti i bitcoin esistenti. Questa situazione non ci dice che i mercati non siano vulnerabili alle manipolazioni sui prezzi; ancora oggi non ci vuole una notevole quantità di denaro per muovere il prezzo verso l’alto o verso il basso, e quindi Bitcoin rimane un asset volatile, almeno per ora.

Che cosa succede se qualcuno crea una migliore moneta digitale?

Questo può accadere. Per ora, Bitcoin rimane di gran lunga la più popolare moneta virtuale decentrata, ma non ci può essere alcuna garanzia che manterrà tale posizione. C’è già una serie di valute alternative ispirate al Bitcoin. E’ comunque probabilmente corretto assumere che i miglioramenti significativi sarebbero necessari per una nuova moneta per poter superare il Bitcoin in termini di mercato stabilito, anche se questo rimane imprevedibile. Bitcoin potrebbe anche adottare plausibilmente i miglioramenti adottati da una valuta in competizione fino a quando non cambiano le parti fondamentali del protocollo.

Le transazioni

Perché devo attendere la conferma?

Ricevere notifica di un pagamento è quasi istantaneo con Bitcoin. Tuttavia, c’è un ritardo prima che la rete inizi a confermare la transazione inserendola in un blocco. Una conferma significa che vi è un consenso sulla rete che i bitcoin che avete ricevuto non sono stati inviati a nessun altro e sono considerati di vostra proprietà. Una volta che la transazione è stata inclusa in un unico blocco, che continuerà ad essere sepolto sotto ogni blocco dopo di esso. Ogni conferma richiede tra pochi secondi e 90 minuti, con 10 minuti come valore medio. Se la transazione ha un fee troppo basso o atipico, ottenere la prima conferma può richiedere molto più tempo. Ogni utente è libero di stabilire quante conferme servono per validare una transazione ma 6 conferme è spesso considerato come il valore più sicuro.

Quanto sarà la fee per transazione?

Le transazioni possono essere trattate, senza fee, ma cercando di inviare transazioni gratuite può richiedere giorni o settimane di attesa. Anche se le tasse possono aumentare nel corso del tempo, le fee normali attualmente costano solo una piccola quantità. Come impostazione predefinita tutti i portafogli Bitcoin hanno una fee standard.

Le spese di transazione sono utilizzate come protezione contro gli utenti che inviano le operazioni con lo scopo di sovraccaricare la rete (spam) e come un modo per pagare i minatori per il loro lavoro contribuendo a proteggere la rete. Il modo preciso in cui funzionano le fee è ancora in fase di sviluppo e cambierà nel corso del tempo. Dato che la fee non è legata alla quantità di bitcoin inviati, può sembrare a volte ingiustamente bassa o alta. Se la vostra attività segue il modello delle operazioni convenzionali, non dovrete pagare alti fee, in media.

Che cosa succede se ricevo un bitcoin quando il computer è spento?

I bitcoin appariranno la prossima volta che si avvierà l’applicazione portafoglio. I Bitcoin non sono effettivamente ricevuti dal software sul vostro computer, vengono aggiunti ad un registro pubblico che viene condiviso tra tutti i dispositivi in rete. Se avete inviato bitcoin quando il programma non era in esecuzione e successivamente lo eseguite, verranno scaricati i blocchi e recuperate tutte le transazioni fatte e i bitcoin finiranno per apparire come se fossero appena ricevuti in tempo reale.

Che cosa significa “Sincronizzazione” e perché ci vuole così tanto tempo?

Il lungo tempo di sincronizzazione è necessario solo con i client dei nodi che eseguono bitcoin core. Tecnicamente parlando, la sincronizzazione è il processo di download e verifica di tutte le transazioni Bitcoin fatte sulla rete. Per alcuni client Bitcoin per calcolare il saldo spendibile del vostro portafoglio Bitcoin e fare nuove transazioni ha bisogno di sapere tutte le transazioni precedenti. Questo passaggio può essere molto intensivo e richiede larghezza di banda e di stoccaggio sufficiente per accogliere la blockchain ormai arrivata a 75 gigabyte (Giugno 2016). Per tenere al sicuro la rete bitcoin abbastanza persone devono continuare a utilizzare i client che hanno la storia completa delle transazioni perchè hanno il compito di convalidare e di verificare le transazioni.

Estrazione

Cos’e’ il bitcoin mining?

Mining è il processo di calcolo per elaborare le transazioni, proteggere la rete, e tenere tutti nel sistema sempre sincronizzato. Può essere percepita come il centro dati Bitcoin se non che è stata progettata per essere totalmente decentrata con i minatori che operano in tutti i paesi e nessun di essi che ha il controllo sulla rete. Questo processo è denominato “mining” come analogia di miniere d’oro, perché è anche un meccanismo temporaneo utilizzato per emettere nuovi bitcoin. A differenza delle miniere d’oro, tuttavia, il mining offre una ricompensa in cambio di servizi utili necessari per gestire una rete di pagamento sicuro. Il Mining sarà ancora necessario dopo che l’ultimo blocco bitcoin sarà stato minato.

Come funziona il bitcoin mining?

Chiunque può diventare un minatore Bitcoin eseguendo software con hardware specializzato. I minatori eseguiono questo lavoro di calcolo perché possono guadagnare commissioni di transazioni pagati dagli utenti per l’elaborazione delle transazioni e i bitcoin appena creati emessi in esistenza secondo una formula fissa, al momento il premio è di 25 bitcoin per ogni blocco trovato e questo valore a breve diventerà 12.5 btc (luglio 2016).

Per nuove operazioni da confermare, devono essere inclusi in un blocco insieme ad una dimostrazione matematica di lavoro. Tali prove sono molto difficili da produrre in quanto non vi è alcun modo per creare loro se non provando con miliardi di calcoli al secondo. Ciò richiede i minatori per eseguire questi calcoli prima che i loro blocchi siano accettati dalla rete e prima di essere ricompensati col premio di 25 o 12.5 btc. Come più persone iniziano a minare, la difficoltà di trovare blocchi validi viene aumentata automaticamente dalla rete per garantire che il tempo medio per trovare un blocco rimanga pari a 10 minuti circa.Di conseguenza, l’estrazione è un business molto competitivo.

La prova di queso lavoro di calcolo è progettata anche per dipendere dal blocco precedente per forzare un ordine cronologico nella catena dei blocchi. Questo rende esponenzialmente difficile invertire le transazioni precedenti, perché questo richiede il ricalcolo delle prove di lavoro di tutti i blocchi successivi.

I minatori non sono né in grado di imbrogliare, aumentando la loro ricompensa né processare transazioni fraudolente che potrebbero danneggiare la rete Bitcoin perché tutti i nodi Bitcoin rifiuterebbero qualsiasi blocco che contenga dati non validi secondo le regole del protocollo Bitcoin. Di conseguenza, la rete rimane sicura, anche se non tutti i minatori Bitcoin sono onesti, i disonesti verrebbero identificati subito.

Non è l’estrazione dei Bitcoin uno spreco di energia?

La spesa di energia per garantire e gestire un sistema di pagamento non è certo uno spreco. Come qualsiasi altro servizio di pagamento, l’uso di Bitcoin comporta costi dei lavorazione. Servizi necessari per il funzionamento dei sistemi monetari attualmente diffusi, come le banche, carte di credito, e veicoli blindati, utilizzano anche loro un sacco di energia. Sebbene a differenza del Bitcoin, il consumo totale di energia non è trasparente e non può essere facilmente misurato.

Il bitocin mining è stato progettato per diventare più ottimizzato nel tempo con hardware specializzato che consuma meno energia, e i costi di gestione di data mining dovrebbero continuare ad essere proporzionali alla richiesta. Quando il mining bitcoin diventa troppo competitivo e meno redditizio, alcuni minatori potrebbero scegliere di smettere la loro attività.

Di cosa ho bisogno per iniziare l’estrazione?

Nei primi giorni di vita del Bitcoin, chiunque poteva trovare un nuovo blocco utilizzando le CPU del proprio computer. Come sempre più persone hanno iniziato l’estrazione, la difficoltà di trovare nuovi blocchi è notevolmente aumentato fino al punto in cui l’unico metodo valido dal punto di vista dei costi di acquisto delle attrezzature e dell’energia usata è solo attraverso hardware altamente specializzato. È possibile visitare BitcoinMining.com per ulteriori informazioni.

Sicurezza

È sicuro il Bitcoin ?

La tecnologia Bitcoin – il protocollo e crittografia – ha un forte track record di sicurezza, e la rete Bitcoin è probabilmente il più grande progetto di calcolo distribuito in tutto il mondo. la vulnerabilità più comune di Bitcoin è in errore dell’utente.Bitcoin file portafoglio che memorizzano le chiavi private necessarie possono essere accidentalmente cancellati, persi o rubati. Questo è molto simile alla cassa fisica memorizzato in forma digitale. Fortunatamente, gli utenti possono utilizzare sonori pratiche di sicurezza per proteggere i loro soldi o di servizio utilizzare fornitori che offrono buoni livelli di sicurezza e di assicurazione contro il furto o la perdita.

Non è mai stato violato il Bitcoin in passato?

Le regole del protocollo e la crittografia utilizzata per il Bitcoin sono ancora in lavorazione anni dopo la sua nascita, il che è una buona indicazione che il concetto è stato ben progettato. Tuttavia, falle di sicurezza sono state trovate e sistemate nel tempo in varie implementazioni software. Come qualsiasi altra forma di software, la sicurezza dei software Bitcoin dipende dalla velocità con cui vengono rilevati e corretti i problemi.

Ci sono spesso idee sbagliate su furti e violazioni della sicurezza che sono accaduti in diversi exchange e aziende. Anche se questi eventi sono sfortunati, nessuno di essi coinvolge la rete Bitcoin né implica difetti intrinseci in Bitcoin; proprio come una rapina in banca, non significa che il dollaro è compromesso come valuta. Tuttavia, è giusto dire che un set completo di buone pratiche e soluzioni di sicurezza intuitive sono necessarie per dare agli utenti una migliore protezione dei loro soldi, e per ridurre il rischio generale di furto e perdita. Nel corso degli ultimi anni, tali funzioni di sicurezza sono state rapidamente sviluppate, come la crittografia del portafoglio con password di protezione, portafogli non in linea, portafogli hardware e le operazioni multi-firma.

Gli utenti potrebbero colludere contro il Bitcoin?

Non è possibile modificare il protocollo Bitcoin, come per l’attuale specifica, ad esempio il problema della doppia spesa non è possibile che accada sulla stessa catena di blocco, e nessuno dei due utenti sta spendendo gli stessi bitcoin senza una firma valida. Pertanto, non è possibile generare quantità incontrollate di bitcoin dal nulla, spendere altri fondi degli utenti, corrompere la rete, o qualcosa di simile.

Tuttavia, i minatori potenti potrebbero arbitrariamente scegliere di bloccare o invertire le transazioni recenti. La maggior parte degli utenti può anche mettere pressione per adottare alcuni cambiamenti. Perché la rete Bitcoin funzioni correttamente solo con un consenso completo tra tutti gli utenti, modificando il protocollo può essere molto difficile e richiede la stragrande maggioranza degli utenti per adottare e approvare i cambiamenti in modo tale che gli utenti rimanenti non possano far altro che accettare i cambiamenti decisi dalla maggioranza. Come regola generale, è difficile immaginare il motivo per cui qualsiasi utente Bitcoin vorrebbe scegliere delle modifiche che possano danneggiare i proprio bitcoin insieme al bitcoin stesso.

Sono i Bitcoin vulnerabili alla computazione quantistica?

Sì, la maggior parte dei sistemi basati sulla crittografia in generale lo sono, compresi i sistemi bancari tradizionali. Tuttavia, i computer quantistici non esistono ancora e probabilmente non se ne vedranno per un bel po’ di anni. Nel caso in cui l’informatica quantistica diventi una minaccia imminente per il Bitcoin, il protocollo potrebbe essere aggiornato per utilizzare algoritmi post-quantistici.